Cambio al vertice di Confartigianato Agrigento: Isabella Puzzangaro nuovo segretario

AGRIGENTO. E’ stata inaugurata la nuova sede di via XXV aprile di Confartigianato, dopo i lavori di restayling sotto gli occhi dei vertici Nazionali e Regionali della Confartigianato. Erano presenti il Vice Presidente Nazionale Filippo Ribisi, il Presidente Regionale Giuseppe Pezzati e il segretario Regionale Andrea Di Vincenzo.

Alla inaugurazione, presenti un nutrito numero di artigiani iscritti e di simpatizzanti, sono stati illustrati i nuovi servizi per le aziende. Per l’occasione è stata presentata anche la nuova area dei servizi alla persona “ Patronato, Caf, Pensionati “ che sarà guidata dal nuovo Direttore del Patronato Marco Vullo, esperto nel campo dei servizi fiscali e previdenziali.

Avvicendamento anche nel ruolo di segretario, Isabella Puzzangaro prende il posto del dimissionario Alfonso Vassallo.

“Si tratta di un nuovo inizio, vogliamo incidere sul tutto il nostro territorio Agrigentino attraverso nuovi servizi e nuove proposte sempre a tutela delle aziende artigiane e degli iscritti della Confartigianato “ ha affermato il Presidente Russo che continuando ha dichiarato “ abbiamo pensato a Marco Vullo persona molto preparata e capace per dare maggiore spinta ai nostri servizi per far crescere ancor di più l’area servizi alla persona e del patronato della Confartigianato Agrigento.

L’incontro è servito anche per dibattere sulle problematiche che attanagliano molte imprese artigiane, nello specifico si sono affrontati temi riguardanti la pressione fiscale alle piccole e medie imprese invitando gli organi Nazionali della Confartigianato presenti a farsi da tramite per proposte alternative e migliorative per dare maggiore slancio
alle imprese del mezzogiorno. Il presidente si dichiara certo che alla nuova squadra di Confartigianato
Agrigento sicuramente non mancheranno impegno, determinazione, e fermezza per cercare il meglio per i nostri associati, per dare alle nostre imprese ed ai nostri figli la speranza di un futuro migliore senza essere
costretti ad abbandonare il nostro territorio”.