Calamità naturali, Maria Iacono: “la Protezione Civile sta valutando i progetti “

“La Protezione Civile  Regionale  sta ultimando, nell’ambito dell’Ordinanza n°458 della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento di Protezione Civile ,  le verifiche relative alle proposte presentate in merito alla sistemazione ed alla rimozione delle frane e dei pericoli conseguenti ai fatti calamitosi che il 24 ed il 25 Novembre si sono abbattuti in buona parte del territorio della provincia di Agrigento e per i quali è stato dichiarato lo stato d’emergenza.”

Lo ha reso noto la deputata nazionale del PD, Maria Iacono, a seguito di un incontro con l’ ufficio tecnico del Libero Consorzio Comunale della provincia di  Agrigento e dopo avere sentito i vertici della Protezione Civile Regionale.

“A seguito dei danni riportati da diverse strade provinciali era  stata avanzata, da parte dei Comuni , la  richiesta di dichiarazione dello stato di calamità naturale ed io stessa , attraverso due distinte interrogazioni  parlamentari , avevo  dapprima denunciato le condizioni di isolamento e di disagio in cui si trovavano le comunità colpite dall’evento calamitoso ed in seguito lo sblocco delle somme.”

La stessa Maria Iacono ha aggiunto  ” la positiva valutazione, tra gli altri, della proposta  di rifacimento della S.P. 37 Sciacca – Caltabellotta- San Carlo redatta dall’Ufficio Tecnico Provinciale  e che ammonta  ad € 1.890.000,00 , costituirebbe una buona notizia per una parte del territorio della Provincia di Agrigento ed in particolare per la comunità di Caltabellotta,  costretta in diversi momenti anche all’isolamento, a causa degli eventi calamitosi del Novembre scorso ed oggi in una condizione di precarietà tale da renderla non facilmente percorribile e sicura.

 

Agrigento li 15.06.2017