Boss alla sbarra, ammessi i video mentre maneggia le armi

I giudici della prima sezione penale del Tribunale di Agrigento (presidente Alfonso Malato, a latere i giudici Giuseppe Zampino e Alfonso Pinto), hanno accolto la richiesta del pubblico ministero, ammettendo la produzione dei video, che riprendono il boss di Agrigento e Villaseta, Antonio Massimino, nel momento in cui, insieme al nipote, maneggia le armi e che, portarono all’arresto dei due, per mano dei carabinieri.

Sul banco degli imputati, oltre al boss, anche Gerlando Massimino. I due furono trovati in possesso di un mini-arsenale composto da una pistola calibro 7.65, munizioni di diverso calibro, e due penne-pistola perfettamente funzionanti. Si torna in aula il 9 dicembre prossimo.