Bere consapevole e promozione del vino del territorio: tutto in un viaggio “enosensoriale”

Conoscere il vino non significa solo saperlo degustare correttamente da un punto di vista tecnico, ma “percepirlo” mettendo in contatto tutti i sensi, e per fare questo occorre attivarli nella maniera giusta e conoscerne i segreti di ognuno. Ad Agrigento un ciclo di incontri, un viaggio enosensoriale. Ieri, 6 luglio, in via Mazzini, il ad Agrigento, il settimo degli incontro con i Terroir di Firriato. Una manifestazione che nasce dalla collaborazione tra il ristorante “Don Chisciotte” e l’enoteca ReDicoppe, che ospita gli appuntamenti, per trasmettere il bere consapevole e che, dalla nostre parti, si può bere anche con prodotti di qualità. “Vogliamo promuovere il territorio siciliano, altamente vocato, di grande qualità e dove si sviluppano vini di grande pregio”, dice il sommelier Ais, Luigi Gangarossa. Walter Montana Lampo di ReDicoppe spiega che “l’iniziativa vuole far conoscere  il vino siciliano a chi è appassionato e a chi si avvicina per la prima volta”. VIDEO