Aveva sottratto borsone e telefonino a surfista: assolto agrigentino

Aveva sottratto un borsone e un telefono cellulare dall’abitacolo di una Audi A4 di proprietà di un surfista agrigentino, mentre questi si trovava in mare. Auto parcheggiata a San Leone. Alfonso Capraro, 27 anni di Agrigento, in primo grado era stato condannato alla pena di 6 mesi di reclusione, e 200 euro di multa.

La sentenza era stata emessa dal giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Maria Alessandra Tedde. Adesso i giudici della Corte di Appello di Palermo, accogliendo il ricorso dell’avvocato Daniele Re (nella foto), hanno assolto il giovane dall’accusa di furto aggravato.

In particolare i giudici hanno ritenuto esclusa l’aggravante di aver agito contro un bene esposto alla pubblica fede, ed hanno emesso sentenza di non luogo a procedere per mancanza di querela della vittima.