Attentato incendiario, in fiamme ombrelloni di stabilimento balneare

Si segue la matrice dolosa dell’incendio, che ha carbonizzato 30 ombrelloni di uno stabilimento balneare, a ridosso della spiaggia della “Guitgia”, a Lampedusa.  Le fiamme sono divampate a notte fonda.

A dare l’allarme al numero unico di emergenza, l’indomani mattina, è stato lo stesso proprietario dell’attività lavorativa, un quarantanovenne del luogo. Appena è giunto nei pressi dell’arenile le fiamme avevano già bruciato gli ombrelloni.  

Sul posto i carabinieri della Stazione di Lampedusa, che dopo avere informato la Procura della Repubblica, hanno aperto un’indagine per fare luce sull’intera vicenda.

Al momento le investigazioni portano tutte in un’unica direzione: l’attentato incendiario.