Armati di cutter rapinano 9 mila euro a commerciante, e all’autista di un fornitore

Due banditi, con il volto coperto da mascherina chirurgica e occhiali da sole, hanno rapinato, nel pomeriggio di mercoledì, un commerciante trentottenne, residente a Ravanusa. Sotto la minaccia di un cutter, dopo essersi introdotti all’interno del deposito di arredi di via Martorana, a Campobello di Licata, si sono fatto consegnare 3 mila euro, i soldi che erano destinati al pagamento della merce appena scaricata da un corriere.

I due delinquenti, prima di andare via, hanno puntato il taglierino alla gola proprio all’autista dell’azienda, che aveva appena fatto la consegna degli arredi, un barese di 52 anni, e a quest’ultimo hanno sottratto ben 6 mila euro, relativi all’incasso di altre forniture giornaliere, custoditi dallo stesso all’interno di un borsello, che era stato lasciato momentaneamente dentro l’autocarro aziendale.

Arraffati i 9 mila euro complessivi, i due rapinatori si sono dileguati, a piedi, per le vie limitrofe. Non è escluso che potesse anche essere in zona un complice, pronto a facilitare la fuga, con un veicolo. Scattato l’allarme sul posto sono accorsi i carabinieri di Campobello di Licata, che hanno avviato le indagini, e le ricerche dei malviventi.

Probabilmente gli autori della rapina erano a conoscenza del fatto che era stata appena scaricata della merce, e che avrebbe dovuto essere fatto in contanti il pagamento.