Aragona, raccolta di firme contro lo stalking e la violenza sessuale

L’ assessore comunale alle Pari Opportunità, Stefania Di Giacomo, rende noto che al Comune di Aragona, presso l’ufficio elettorale, è possibile apporre una firma per dire “50.000 volte no allo stalking e alla violenza sessuale”. Il modulo per la raccolta firme sarà distribuito in tutte le sedi comunali e saranno creati eventi sino al 10 Marzo 2019, in tutte le sedi pubbliche del capoluogo siciliano e nei Comuni che hanno aderito all’iniziativa. Per firmare il modulo è obbligatorio presentare un documento di identità in corso di validità. La firma e la registrazione dei dati avverranno alla presenza di un autenticatore.
La proposta di legge mira ad estendere ad un anno (e non più 6 mesi), i termini di presentazione della querela da parte di una vittima di violenze sessuali o di stalking. Di seguito, nello specifico, il progetto di legge:
Art. 1 – Modifiche all’articolo 609 septies, comma 2, del codice penale: “Il termine per la promozione della querela è di un anno. Se la persona offesa muore prima che sia decorso Il termine per proporre la querela, possono proporre querela i prossimi congiunti”.
Art. 2 – Modifiche all’articolo 612 bis, comma 4, del codice penale: “La querela proposta è irrevocabile”.
Un progetto giuridico, ma soprattutto umano ed etico, che nasce non soltanto per la necessità di dare uno strumento di tutela in più alla lotta contro una delle piaghe più gravi del nostro tempo, ma per poter avviare un movimento delle coscienze che spinga tutti, non solo le donne, a porre un freno a questo terribile fenomeno sociale.
“Quella che stiamo avviando – afferma l’Assessore Stefania Di Giacomo – è una battaglia affianco del Comune di Racalmuto, comune promotore della Provincia di Agrigento, e di tutti i Comuni ed Enti interessati da questa iniziativa, per portare a compimento concreto un progetto legislativo. Infatti, anche se nell’ultimo secolo la condizione dell’universo femminile ha subito una grande evoluzione, con la conseguente modificazione di molte regole,  è innegabile che la condizione della donna all’interno della società odierna soffra ancora, anche se a livelli differenti, situazioni in cui la violenza, sia essa fisica, morale o psicologica è spesso presente”.
pagina Facebook “Punto E Basta 50.000 volte NO allo stalking e alla violenza sessuale“