Annullata la maxi squalifica a Gerlando Contino: ringrazio chi mi è stato vicino

La verità vince sempre squalifica annullata!! Ringrazio tutte le persone che mi sono state vicine in questi due mesi.

Così l’attaccante del Pro Favara Gerlando Contino ha commentato la decisione presa dalla Corte Sportiva di Appello Territoriale a cui la società si era rivolta per ottenere l’annullamento della squalifica di cinque anni del suo tesserato.

La Corte Federale d’Appello ha azzerato la squalifica di 5 anni al giocatore della Pro Favara Gerlando Contino inflitta in primo grado dal giudice sportivo della Lega sicula. Il giocatore era accusato di aver colpito l’arbitro con un pugno al termine della partita con il Sant’Agata. Sull’innocenza del giocatore non c é stato mai nessun dubbio. Felicissimo il giocatore nell’apprendere la notizia.

Il giudice di appello lo ha scagionato non avendo potuto appurare con certezza che l’aggressione subita dal direttore di gara potesse essere ascrivibile a Contino.

In effetti, l’arbitro ha riportato nel suo referto di essere stato colpito al collo da un pugno mentre stava attraversando il tunnel che porta negli spogliatoi e, giratosi, avrebbe visto nelle vicinanze il giocatore favarese. In base alle indagini svolte si è altresì appurato che l’arbitro, nell’immediatezza dei fatti, ha riferito al primo assistente di avere ricevuto un pugno da persona che non era riuscito ad identificare. Per la verità, negli ambienti del Pro Favara nessuno ha mai dubitato della correttezza di Contino che in 20 anni di carriera non si è mai macchiato di gesti inconsulti. La squalifica di 5 anni è stata, pertanto, annullata. Continio ora non vede l’ora di toranre in campo, nella doppia veste di allenatore giocatore.