Amministrative, in provincia regge l’asse Pd-Movimento 5 Stelle

Anche in Sicilia regge l’asse Pd-Movimento 5 Stelle. Anche se alcuni risultati sono ancora incompleti, le elezioni che hanno portato al voto 42 Comuni dell’Isola premiano l’alleanza giallorossa. Tanto che i vertici dei due partiti, anche a livello nazionale, esultano. “Vinciamo anche in Sicilia e Sardegna. I dati del primo turno delle elezioni tenutesi ieri e oggi in vari comuni nelle due regioni amministrate dalla destra stanno confermando e rafforzando il quadro nazionale di domenica scorsa. Avanti!”, scrive su Twitter il leader dem, Enrico Letta. E Giancarlo Cancelleri parla di “risultati entusiasmanti per il M5S in Sicilia”, ponendo in evidenza il risultato di Fabio Roccuzzo, eletto sindaco a Caltagirone, per il sottosegretario alle Infrastrutture “un avviso di sfratto al Governo Musumeci perche’ dimostra che la coalizione del M5S-PD e forze di sinistra battono il centro destra anche se unito”.

L’affluenza alle amministrative siciliane e’ stata del 56,66%. A San Cipirello, comune sciolto per mafia, si e’ recato a votare solo il 39,51% degli aventi diritto e pertanto l’unica candidata, Vincenza Romina Lupo, non puo’ essere eletta. A Gioiosa Marea, nel Messinese, e’ andato a votare il 57,48% dei 5.717 aventi diritto e cosi’ l’unica candidata, Giusy La Galia, e’ diventa prima cittadina. Analoga situazione a Ferla, dove e’ stato confermato Michelangelo Giansiracusa. Un vero plebiscito ad Antillo (Messina), dove Davide Paratore tocca il 92,5%. Domenico Surdi (M5s), quando ancora non e’ stato completato lo scrutinio, va verso la conferma a sindaco di Alcamo (Trapani): “Oggi inizia una nuova storia”, scrive su Facebook. Pressoche’ certo il ballottaggio tra Francesco Aiello (Pd-Cento Passi-Psi e civica) e Salvo Sallemi (Fdi-Lega-Diventera’ Bellissima) a Vittoria, nel Ragusano. Aiello e’ in testa con oltre il 39%, seguito appunto dal candidato del centrodestra con il 29,62%.

Verso il ballottaggio tra due settimane anche Lentini (Siracusa), dove Saverio Bosco, a capo di liste civiche, e’ al comando con il 34,7%, seguito a distanza da Rosario Lo Faro (M5s e civiche) che ha conquistato poco piu’ del 22% dei voti. A Rosolini torneranno a sfidarsi Corrado Vaccaro del centrosinistra e Tino Di Rosolini del centrodestra. Vincenzo Parlato sara’ il nuovo sindaco di Sortino. Sempre nel Siracusano, a Pachino, pochi dubbi circa l’elezione al primo turno di Carmela Petralito: la candidata del centrodestra, a circa meta’ scrutinio, e’ al 46%. Corrado Figura e’ il nuovo sindaco di Noto e ad annunciarlo e’ il primo cittadino uscente, Corrado Bonfanti. I tre Comuni piu’ grandi dell’Agrigentino verso il ballottaggio: a Canicatti’, a circa meta’ sezioni scrutinate, comanda Vincenzo Corbo con il 35,82%; segue il candidato di Fdi e civiche Cesare Sciabarra’, che sfiora il 30%. Piu’ indietro Ettore Di Ventura, sostenuto anche da Forza Italia, poco oltre il 25%. A Favara testa a testa tra Antonio Palumbo (Pd) e Salvatore Montaperto (Udc-Fdi), entrambi si attestano poco sopra il 35%. Segue sotto il 30% Giuseppe Infurna, sostenuto tra gli altri dai berlusconiani. A Porto Empedocle e’ avanti Calogero Martello (Forza Italia) con oltre il 32% delle preferenze; seguono a distanza Rino Lattuca (Udc-Fdi) e Salvatore Iacono, alla guida di alcune civiche.

Nunzio Vitale e’ il nuovo sindaco di Ramacca, nel Catanese. Con la lista “Costruiamo una bella storia” ha ottenuto il 36,3% dei voti, precedendo l’uscente Giuseppe Limoli (Ramacca per Amore) che si e’ fermato al 31,4%. Ad Adrano e’ in vantaggio Carmelo Pellegriti del centrodestra con il 37,2%; si va verso il ballottaggio con Fabio Mancuso (Civiche) al 31,3%. A Giarre, altro grosso centro del Catanese, verso la vittoria al primo turno Leo Cantarella, a capo di una serie di liste civiche: a circa meta’ scrutinio e’ al 52,6%. Giuseppe Montesano e’ stato eletto sindaco di Vallelunga Pratameno, nel Nisseno. A San Cataldo, comune sciolto per mafia sempre in provincia di Caltanissetta, ballottaggio tra Gioacchino Comparato (Pd-M5S, in testa con il 25,42%) e il candidato meloniano Claudio Vassallo (19,88%). Eletti i sindaci di Montallegro (Agrigento, sara’ Giovanni Cirillo) e Sant’Angelo di Brolo (Messina, scelto dagli elettori Francesco Paolo Cortolillo).