Allerta meteo Rossa: ad Agrigento e provincia chiuse strade e scuole

La Protezione Civile ha diffuso poco fa un bollettino di allerta meteo rossa che fino a domani sera riguarda tutta l’area nord-occidentale della Sicilia, sia per rischio idrico sia per rischio idrogeologico. Allerta gialla per la restante parte dell’Isola.   Previste precipitazioni “diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sui settori occidentali e versanti meridionali centrali della Sicilia, con quantitativi cumulati da elevati a molto elevati; da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sul resto della Sicilia con quantitativi cumulati generalmente moderati, più rilevanti sui versanti ionici della Sicilia nord-orientale”.
Anche oggi la Sicilia occidentale è stata flagellata dal maltempo: torrenti esondati, strade invase da acqua e fango chiuse al traffico, così come parte della rete ferroviaria, allagamenti in case e negozi e abitazioni isolate, funzioni in cimiteri sospesi. Sono gli effetti del maltempo che ha colpito la Sicilia occidentale. A Sciacca (Ag) ci sono stati frane e smottamenti e diverse famiglie che abitano ai piedi del monte San Calogero sono da ieri isolate. Il sindaco Francesca valenti ha disposto la chiusura di uffici e scuole e vietato l’acceso al cimitero.
IL COMUNICATO DELLA PROVINCIA: Sta creando notevoli disagi alla circolazione nelle strade interne la forte perturbazione che ormai da oltre 24 ore si sta abbattendo sull’intera Sicilia, senza risparmiare la nostra provincia. L’avviso n. 18306 diramato questo pomeriggio dal Dipartimento Regionale della Protezione Civile (Centro Funzionale Decentrato Multirischio integrato – Settore Idro) e valido sino alla mezzanotte di domani 3 novembre ha elevato lo stato di allerta al codice Rosso (allarme), prevedendo forti precipitazioni e rovesci a carattere temporalesco e forti raffiche di vento dai settori sud orientali che potrebbero aggravare ulteriormente la situazione già preoccupante in molte aree della provincia.
A causa dell’imponente quantitativo di fango sulla carreggiata è stata chiusa al traffico nelle prime ore del pomeriggio la SPC ex consortile n. 59 tra Naro e Campobello di Licata per consentire ai mezzi del Libero Consorzio di liberare il tracciato. Ripristinata invece, non senza difficoltà, la transitabilità sui punti delle strade provinciali n. 6 Licata-Ravanusa e n. 10 Campobello-Fiume Salso con senso unico alternato.
Il Gruppo di Protezione Civile, invece, in considerazione dell’aumentato rischio meteo e idrogeologico, attiverà dalle ore 21.00 di questa sera e sino alle ore 9.00 di domani la sala operativa di Protezione Civile di via Acrone, alla quale potranno essere segnalate le emergenze (telefono 0922 593729).
In considerazione del massimo livello di allerta, e delle precarie condizioni della viabilità interna, si ricorda sempre che è assolutamente sconsigliabile mettersi in viaggio lungo le strade provinciali, sebbene il personale stradale reperibile del Libero Consorzio sia all’opera per segnalare situazioni di potenziale pericolo.
Si ricorda inoltre che gli enti gestori delle dighe Gammauta e Castello stanno procedendo al rilascio di notevoli volumi d’acqua sui corsi a valle, e che pertanto va prestata la massima attenzione su strade e attraversamenti dei bacini interessati, anche per il serio rischio di piene di fiumi e torrenti ed esondazioni sulle sedi stradali.

ALLERTA NELLA CITTA’ CAPOLUOGO: CONTINUA L’ALLERTA METEO: DOMANI SCUOLE CHIUSE

Il dipartimento regionale della protezione civile ha diramato un avviso di allerta meteo, classificato “rosso”  e cioè di allarme, dalla mezzanotte di oggi e fino alle ore 24 di domani, sabato 3 novembre, per avverse condizioni meteo.Si prevedono, infatti, precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporali sui settori occidentali e versanti meridionali centrali della Sicilia con quantitativi cumulabili da elevati a molto elevati. Il Sindaco Firetto ha firmato la relativa ordinanza che prevede, tra l’altro, la chiusura degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, l’interdizione delle aree pubbliche potenzialmente a rischio quali giardini pubblici, impianti sportivi all’aperto,  giochi esterne, cimiteri e sottopassi. L’interdizione e l’uso temporaneo dei locali interrati, seminterrati e bassi e la sospensione di tutte le manifestazioni all’aperto nonché delle attività commerciali su strada e aree pubbliche anche se precedentemente programmate. Infine il sindaco Firetto ha dato disposizione di attivare e aprire il centro operativo comunale di protezione civile vista l’eccezionalità della temporanea situazione.

ALLERTA METEO, ALLARME ROSSO ANCHE A SCIACCA

Il sindaco Francesca Valenti ha emesso una ordinanza con avviso di allerta meteo alla popolazione, a seguito del bollettino pomeridiano del Dipartimento della Protezione Civile della Regione Siciliana.    Fino alla mezzanotte di domani, sabato 3 novembre  2018, sono previste nel nostro territorio condizioni meteorologiche con criticità “ROSSA” per “RISCHIO METEO-IDROGEOLOGICO E IDRAULICO”.   I codici di criticità meteo, si ricorda, sono 4: verde (vigilanza), gialla (attenzione), arancione (preallarme) e rosso (allarme).                      Nell’ordinanza, il sindaco ha disposto la chiusura per la giornata di domani degli istituti scolastici e del cimitero comunale, e la sospensione del mercato rionale di San Michele.     I cittadini sono invitati ad adottare ogni opportuna precauzione e protezione e a prestare la massima attenzione soprattutto nelle aree a rischio.   Si trasmette il provvedimento con le disposizioni, l’elenco delle aree più sensibili della città e le raccomandazioni alla popolazione.

Allerta meteo con codice rosso. Scuole chiuse domani ad Aragona.  A Castrofilippo la popolazione è stata invitata a rimanere in casa. Una macchina del municipio gira con un megafono in paese per dare l’annuncio ai cittadini. 

Allerta anche a Canicattì:

3 novembre – Raccomandata prudenza massima per fenomeni meteorologici classificati con Allerta Rossa Allarme

Si avvisa la cittadinanza ad usare massima cautela adottando tutti i mezzi di protezione per fenomeni di allagamento che potrebbero verificarsi a causa delle precipitazioni a prevalente carattere temporalesco previste dalle 00.00 alle 24.00 di domani 3 novembre. In caso di piogge intense si consiglia di evitare il transito pedonale e veicolare nelle zone già interessate, in passato, da allagamenti e di usare, in caso di emergenza, percorsi alternativi; di uscire solamente in caso di estrema necessità; di tenersi aggiornati su ulteriori annunci diramati dalle autorità. Sono interdette le aree pubbliche soggette a potenziale rischio quali il cimitero comunale, ville e giardini pubblici, parchi gioco e impianti sportivi all’aperto; interdetto anche l’uso di locali interrati e seminterrati, riferito anche ai veicoli; sono sospese le manifestazioni pubbliche e private, le attività commerciali all’aperto insistenti su aree pubbliche e/o strade (compreso il mercatino della frutta di L.go Aosta); di interdire il traffico veicolare e pedonale nei pressi delle aree già sottoposte ad allagamenti; la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado di istituti pubblici e privati.
Le disposizioni sono contenute nell’O.S. n.212/2018. A darne comunicazione il sindaco Ettore Di Ventura e l’Assessore con delega alla Protezione Civile, Rosa Maria Corbo.