Al maneggio San Benedetto la terza tappa regionale di gimkana veloce

Domenica di grandi emozioni per il Maneggio San Benedetto di Favara che è stato palcoscenico della terza tappa regionale di gimkana veloce, promossa e voluta dall’A.C.S.I. – associazione centri sportivi Italiani. Alla gara hanno partecipato le A.S.D: Rose Ranch di San Giovanni La Punta, Case Api di Cinisi, il Mandorlo di Barrafranca, Falco di Serradifalco e Cavalieri della città barocca di Naro. Ottimo risultato per il maneggio San Benedetto che conquista il podio in tutte le categorie per le quali ha gareggiato; in particolare per la categoria pulcini, dove Chloe Analfino e Nicolò Cottitto si posizionano al primo e al terzo posto, il secondo posto va invece a Emma Mangione dell’ A.S.D. Cavalieri della città barocca di Naro. Bottino pieno per la categoria avviamento Juniores, il Maneggio San Benedetto conquista il primo , il secondo e il terzo posto con Syria Longo , Gaia Vasile Cozzo e Emma Messina. A rappresentare i padroni di casa per la categoria Juniores al primo posto Antonio Puccio e al secondo Alfonso Liotta – che riconfermano il risultato ottenuto nella terza tappa del torneo svoltasi a Cinsi – Sofia Biancola, dell’ A. S. D. Rose Ranch di San Giovanni La Punta, si aggiudica invece il terzo posto . Per la categoria Seniors, il Maneggio San Benedetto conquista il primo posto con Sophia Ciulla, Samuele Amico e Saverio Palazzolo si piazzano rispettivamente al secondo e terzo posto. La categoria Semipro vede protagonisti al primo posto Aurora Cavaleri, al secondo Pietro Badalamenti e al terzo posto Giuseppe Montante. Per la categoria Elite conquistano il podio, Sabrina Randazzo, Anita Cigna e Francesco Cangemi rispettivamente al primo, secondo e terzo posto. La premiazione si è conclusa con il discorso di Gerlando Costanza, socio del Maneggio San Benedetto, che ha ringraziato le associazioni sportive che hanno partecipato, le famiglie e coloro che hanno contribuito a vario titolo all’organizzazione della manifestazione sportiva. Ai ragazzi ha ricordato che chi gioca lealmente è sempre vincente, messaggio d’intenti di cui far tesoro sempre; Il “fair play” raccoglie in sé i valori dello sport, amicizia, gioco leale, rispetto delle regole, disciplina, impegno per raggiungere i propri obiettivi. Valori che non devono e non possono rimanere circoscritti nel perimetro del rettangolo di gara, ma essere regole di vita.