Akragas, Gomez non basta, alla Reggina lo scontro  salvezza .FOTO

REGGINA-AKRAGAS 2-1 (3′ Porcino, 19′ Coralli , 62′ Gomez )

Lo scontro salvezza del Granillo è della Reggina. Il gol di Gomez al 62′, riapre la partita ma la Reggina resiste .

di Domenico Vecchio

Le illusioni di un inizio anno diverso per i biancoazzurri si infrangono sul terreno del Granillo. In un altro stadio di serie A l’Akragas cade e in malo modo, complici imperdonabili errori difensivi, amplificati dal pessimo terreno di gioco dell’impianto gestito dal Municipio. I 3500 di Reggio Calabria esultano subito. I 42 tifosi dell’Akragas restano di gelo davanti l’errore madornale di Thiago che invece di spazzare prova a controllare un pallone in aria consentendo ai reggini di passare in vantaggio. Pochi minuti e il Granillo esulta ancora con l’Akragas  già sotto per 2-0. C’è la complicità di Addario nel raddoppio di Coralli , l’estremo difensore legge male la traiettoria, palla prima sul palo e poi in rete con il portiere già al tappeto. 

Lello Di Napoli e’ impassibile in panchina, eppure la sua squadra ha nei piedi di Zanini (il migliore) l’occasione per riaprire la partita, ma non é giornata e Matteo solo, davanti al portiere spreca .

Nella ripresa è Gomez su calcio piazzato a riaprire la partita . Ma non basta nonostante i ragazzi in maglia biancoazzurra ci mettono impegno e provano a trovare la rete del pari. 
Per l’Akragas, che in tribuna come unico dirigente aveva Totó Catania, è un momento nero e le dichiarazioni di Silvio Alessi alla vigilia della partita non hanno certo aiutato una squadra che con qualche aggiustamento potrebbe ancora tentare l’impresa della salvezza . (DV)

 

Campionato Lega Pro, girone C, stadio Oreste Granillo, 21 gennaio 2017, calcio d’inizio ore 16.30

REGGINA-AKRAGAS 2-1  – 3′ Porcino, 19′ Coralli , 62′ Gomez

REGGINA – 4-3-3 – Sala; Cane, Gianola, Kosnic, Possenti; Knudsen, Romanò, De Francesco; Carpentieri (69′ Maesano), Coralli (85′ Bianchimano), Porcino. a disposizione: Licastro, Comandè, Cucinotti, Tripicchio, Silenzi, Lancia, Mazzone, Tommasone. Allenatore: Zeman
AKRAGAS – 3-5-2 – Addario; Russo, Thiago Cazè (45′ Riggio), Carillo; Sepe, Coppola (45′ Gomez), Pezzella (81′ Leveque), Palmiero, Zanini; Longo, Cochis. a disposizione: Sarcuto, Caternicchia, Rotulo, Privitera, Petrucci, Mazza, Sicurella. Allenatore: Di Napoli.

Arbitro: Guarnieri di Empoli assitenti: Cantiani e Burgi.
Ammoniti: Zanini, Palmiero (A), Porcino, Kosnic, De Francesco (R)

Note: 317 paganti, minimo storico, per una quota biglietti di 3542 euro. Abbonati 2758, quota abbonati 18412,33 euro, spettatori totali 3075, per un incasso pari a 21954,83 euro