Akragas, Caro Lello arriva il Monopoli e non e’ un gioco

Akragas, la squadra ha ripreso gli allenamenti in vista del delicato incontro di sabato

Di Domenico Vecchio – Caro Di Napoli è ora di tirare le somme. Non riuscire a virare al giro di boa con almeno 20 punti sarebbe un risultato che comprometterebbe molto la salvezza diretta. Si è vero nel calcio tutto è possibile e nulla va dato per scontato, ma 20 punti sono la quota minima se consideriamo che per arrivare alla salvezza diretta ci vorranno almeno 40 punti. Il dato che fa riflettere e sul quale siamo certi ti sarai concentrato, è che nel girone di ritorno, dove si gioca con un calendario fittissimo, avremo tutti gli scontri diretti in trasferta, mentre all’Esseneto sono attese le big. Niente più alibi caro Lello. Inutile continuare con il solito ritornello. E’ ora di cambiare musica. Frasi come a  “Castellammare di Stabia meritavamo il pareggio”, o come “contro il Cosenza abbiamo giocato benissimo”, non solo confondono la tifoseria, ma possono costituire inutili alibi per i tuoi calciatori.

Non accettiamo più nemmeno il solito “siamo giovani“.  Questa non è una giustificazione, tanto più che il girone di andata si è quasi chiuso e i giovani adesso non sono più così tanto giovani.

Dopo due giorni di riposo la tua squadra ha ripreso a faticare a Fontanelle per riprendere gli allenamenti in vista della partita casalinga di sabato 17 dicembre, alle ore 14.30, contro il Monopoli. La partita è valida per l’ultima giornata del girone d’andata. Caro Lello il Monopoli non è un gioco, non sei tu ad andare in campo lo sappiamo, ma siamo sicuri che sarà per centrare il risultato pieno. Ce l’auguriamo per te, per la tua squadra,  ma soprattutto per tutto l’ambiente akragantino.