Agrigento, violazione obblighi: chiesta condanna per Massimino

La procura ha chiesto la condanna a 8 mesi di reclusione per Antonio Massimino, 51 anni, di Agrigento.

Secondo fonti locali, Massimino, considerato dagli inquirenti il boss di Agrigento, è accusato di aver violato le prescrizioni derivanti dalla misura della sorveglianza speciale.

L’uomo era stato fermato al volante di un’automobile nonostante gli fosse stata ritirata la patente. All’epoca del fatto Antonio Massimino, residente a Villaseta, era tornato libero da poco in seguito ad una condanna per associazione mafiosa avuta nell’ambito dell’inchiesta denominata “San Calogero”.