Agrigento, “torturava compagno di cella”, 32enne sarà processato

carcere petrusa

Avrebbe torturato il compagno di cella con minacce, pugni, e persino torture di natura sessuale, il tutto per estorcere allo stesso sigarette e generi alimentari.

Per questo motivo, un agrigento, di genitori romeni, Elvis Betean, 32 anni, detenuto nel carcere di contrada Petrusa, è stato rinviato a giudizio per le accuse di estorsione, minacce e maltrattamenti.

Lo ha deciso il gup Luisa Turco che ha accolto la richiesta del pm Elenia Manno. Betean recentemente è stato anche condannato a tre anni per l’accusa di avere picchiato e rapinato un favarese, di 56 anni, portandogli via il borsello, in piazza Rosselli, ad Agrigento.