Agrigento, “Periferie Sicure”: controlli a tappeto dei carabinieri, 10 arresti e 8 denunce

Dieci persona arrestate, in particolare per reati contro il patrimonio  per violazione di misure cautelari o di prevenzione in materia di stupefacenti; oltre mezzo etto di marijuana sequestrato; cinquecento persone identificate, trecento autovetture controllate, oltre cinquanta sanzioni – in particolare per guida pericolosa, uso del cellulare, mancata copertura assicurativa e mancata revisione – quattro patenti ritirate con altrettante macchine.

E’ questo il bilancio di un maxi controllo del territorio della Provincia di Agrigento – effettuato dai carabinieri durante la settimana nell’ambito dell’operazione “Periferie Sicure” – che è scattato simultaneamente coinvolgendo tutti e cinque i comandi – Agrigento, Cammarata, Licata, Sciacca e Canicattì – e delle 43 stazioni dell’Arma per un totale di oltre trecento militari. 

Dodici gli esercizi commerciali controllati  anche grazie al supporto dei Nas. Al termine delle ispezioni, sono state elevate multe salate per “mancanza di certificazione e tracciabilità degli alimenti”, “presenza di alimenti scaduti od in cattivo stato di conservazione” e “violazione del divieto di fumare”, con il sequestro complessivo di oltre 250 chili di derrate alimentari non conformi.