Agrigento, operazione “Alta tensione”: i tecnici Enel fanno scena muta dal Gup. Venti gli indagati

Si è svolto l’interrogatorio di garanzia, davanti al Gup del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, dei coinvolti nell’operazione dei Carabinieri denominata “Alta Tensione” che ha portato al divieto di dimora nella provincia di Agrigento per due tecnici verificatori dellìEnel, Doemnico La Porta, 63 anni, di Naro, e Giovanni Trupiano, 60 anni di Agrigento, entrambi residenti nella città dei Templi.

I due si sono avvalsi della facoltà di non rispondere facendo, così, scena muta. Anche un’altra indagata, Luigia Vinci, 56 anni, di Campobello di Licata, a cui è stata applicata la misura dell’obbligo di firma, ha scelto di non rispondere.

Gli indagati, scrive Grandangolo, in totale sarebbero una ventina.