Agrigento, muore per insufficienza renale non diagnosticata: 3 medici a processo

Tre medici dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento sono stati rinviati a giudizio con l’accusa di omicidio colposo. Secondo l’accusa avrebbero provocato, per negligenza, la morte di una donna di 53 anni, Rosa Castiglione, avvenuta il 2 luglio 2013.

Andranno a processo: Marcella Indelicato, 49 anni, medico del pronto soccorso; Antonio Granata, 53 anni, primario del reparto di Nefrologia e Pasquale Zicari, 65 anni, medico chirurgo.

Il dibattimento processuale è stato disposto dal giudice dell’udienza preliminare Stefano Zammuto che ha accolto la richiesta del pm Alessandra Russo.

La vicenda si è mossa a seguito di un esposto dei familiari della donna che si presentò in ospedale dopo cinque giorni di malessere. In  base agli esami, la donna avrebbe avuto un’insufficienza renale acuta. Secondo l’accusa, per evitare il decesso bastare eseguire un preciso iter medico.