Agrigento, medico accusato di omicidio stradale: processo riparte davanti a nuovo Gup

Riprenderà il prossimo 5 novembre il processo che si sta celebrando davanti al nuovo Gup del Tribunale di Agrigento Luisa Turco e che vede imputato, per il reato di omicidio stradale, Salvatore Geraci, 36 anni, cardiologo in servizio all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento.

Geraci, la notte del 2 agosto dello scorso anno, ha investito e ucciso un tunisino di 45 anni mentre stava percorrendo la strada che porta al nosocomio agrigentino dopo aver ricevuto una chiamata d’emergenza.

Per la Procura di Agrigento, con il sostituto procuratore Antonella Pandolfi, il medico andava ad una velocità di almeno 20km/h superiore alla norma. La difesa, che ha scelto il rito abbreviato, chiede invece che vengano valutate alcune perizie per stabilire se il tunisino investito soffrisse di patologie particolari che avrebbe causato movimenti improvvisi tali da cogliere di sorpresa il medico.

La famiglia della vittima 45enne è parte civile nel processo.