Agrigento, l’Accademia “Michelangelo” dona 12 pannelli fotografici all’ospedale

L’Accademia di Belle Arti “Michelangelo” di Agrigento, presieduta da Alfredo Prado, ha preparato 12 pannelli fotografici raffiguranti paesaggi da potere installare sulle pareti del reparto Diagnosi e Terapia del Dolore dell’Ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento.

L’installazione dei pannelli, che vengono donati, avverrà anche a cura della stessa Accademia con la collaborazione del personale di manutenzione del nosocomio agrigentino.

La donazione avverrà a seguito della richiesta di Geraldo Alongi, dirigente dell’Hospice, ad Alfredo Prado di potere rendere la degenza degli ammalati più serena attraverso l’arte per una visione che vada oltre le pareti della stanza. Lo sguardo dei pazienti infatti è rivolto h24 sul soffitto.

“Abbiamo pensato di rivolgerci a lei e ad altri artisti del nostro territorio- aveva scritto Alongi- per realizzare dei murales nei tetti delle nostre sale per regalare colore ai pazienti anche in un momento in cui tutto sembra monocromatico e spento. A nostro avviso, il valore simbolico di questa iniziativa sarebbe estremamente significativo. L’hospice è un luogo di alto livello assistenziale che accudisce con competenza e delicatezza i malati inguaribili e che racconta lungo i suoi corridoi, nelle sue stanze e nei suoi spazi comuni che anche nel fine vita c’è spazio per una qualità di vita dignitosa. La nostra missione è educare alla curabilità anche dove non c’è guaribilità. Il nostro reparto è un luogo che accoglie gli ammalati e le loro famiglie e offre ai pazienti la possibilità di recuperare la propria dignità di esseri umani e la propria autodeterminazione, che spesso di fronte al fine vita rischia di venire a mancare”.

Lo stesso Dirigente si dice soddisfatto adesso della risposta dell’Accademia di Belle Arti nella persona del Prof. Alfredo Prado che non ha archiviato la richiesta avanzata circa un anno fa. Un gesto considerato d’alta sensibilità verso gli ammalati accolti nell’Hospice.

Ed il reparto Clinica del Dolore ha ricevuto anche, tra gli altri, una donazione da parte della famiglia di un ammalato che è stato in cura nel reparto. Vi sono dipinti dell’artista Laura Sardo ed alcuni quadri sono stati donati da Andrea Carisi. Tutte azioni solidali che Alongi apprezza ed esalta per l’alto significato.