Agrigento, Gramaglia: “Fogne a mare, cronaca di un disastro annunciato”

Il consigliere comunale di Agrigento, Simone Gramaglia, capogruppo di Forza Italia, stigmatizza quanto accade attualmente in città, dove gli scarichi fognari del Villaggio Mosè sono defluiti a mare. Gramaglia afferma: “Nella città candidata capitale della Cultura 2025 manca ancora l’osservanza delle regole più elementari per evitare disastri come accaduto adesso, in occasione (e non è la prima volta) dell’avvento della stagione delle piogge. I reflui fognari del Villaggio Mosè si sono riversati a mare attraverso il vallone Canne alle Dune. Quanto avviene è provocato dal mancato funzionamento del sistema di collettamento delle acque meteoriche, e dalle ancora esistenti connessioni di acque bianche con le nere nella rete fognaria. E ciò di conseguenza provoca il collasso delle reti e della deputazione. E aggiungasi che, nonostante anche in tal caso le tante segnalazioni, non si è provveduto alla manutenzione delle caditoie prima dell’inizio della stagione autunnale caratterizzata da tanta piovosità. Agrigento – conclude Gramaglia – prima che candidata capitale della Cultura, dovrebbe ambire ad essere una città ‘normale’, dove siano garantite puntualmente attività essenziali, per le quali è sufficiente l’impiego del personale già a disposizione, e quindi non si può opporre l’ormai inflazionato pretesto che manchino i fondi. Si tratta di omissioni non affatto scusabili”.