Agrigento chiamata al battesimo di Trapani

Arriva il tanto atteso inizio del campionato per la Fortitudo Agrigento in Serie A2 dopo le vittoria del campionato di Serie B in Gara 5. Il ritorno di coach Cagnardi, l’arrivo dei due americani Kevin Marfo e Daeshon Francis, la conferma di quasi tutto il roster della passata stagione, segno di un percorso di crescita che punta sui giovani coadiuvati dai senatori come il capitano Albano Chiarastella. Si comincia subito con il derby di Trapani domenica alle ore 18 e la Fortitudo ha recuperato tutti gli infortunati ed arriva al primo match dopo una vittoria ed una sconfitta in Supercoppa, quest’ultima proprio contro Trapani. Il coach Cagnardi analizza così il match: “Si comincia subito con una trasferta e nelle prime 4 giornate ci attendono ben 3 trasferte ed una partita casalinga contro una corazzata come la Vanoli Cremona, costruita per provare a salire di categoria. Detto questo, Trapani è una squadra ostica, è un derby, le squadre ancora non hanno un’identità tecnico-tattica che mostreranno durante la stagione. I numeri dicono che abbiamo subito una sconfitta di 16 punti contro di loro, è una squadra ostica e aggressiva e sicuramente ripresenteranno la stessa aggressività se non di più. Ci conosciamo ma penso che l’impatto tecnico ed emotivo iniziale possano fare la differenza”.