Agrigento, blitz in via Atenea: arrestato 19enne

Carabinieri Agrigento. Blitz lungo la via Atenea nel centro storico del capoluogo. Sequestrato circa mezzo etto di hashish. Arrestato un 19 enne originario della Guinea.

Domenica scorsa i Carabinieri della Compagnia di Agrigento, al termine di un’attività informativa e di osservazione, dopo aver notato strani movimenti lungo alcuni vicoli della centralissima via Atenea, hanno fatto scattare un controllo.

Zona controllata con unità cinofile

Proprio nell’area in questione, che è stata circondata da una dozzina di militari con unità cinofile sono incappati alcuni individui ritenuti sospetti. Tra questi, un giovane, nelle cui tasche del suo giubbotto, i carabinieri hanno trovato un involucro contenente quasi mezzo etto di “Hashish”. Secondo i carabinieri destinato ad illecite attività.

Controlli su alcuni giovani ritenuti sospetti

Un altro immigrato tunisino, 22 enne, aveva in tasca mezzo grammo di Hashish e vista la modica quantità è stato segnalato alla Prefettura. Al termine degli accertamenti, dunque, i Carabinieri hanno arrestato il 19 enne, originario della Guinea, ospite di una comunità di accoglienza ubicata ad Agrigento, con l’accusa di “Detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti”. L’Autorità Giudiziaria ha subito disposto che il giovane venga ristretto agli arresti domiciliari.

Operazione rientra in una vasta attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti

L’operazione svolta, rientra in una forte intensificazione delle attività di prevenzione e contrasto allo specifico fenomeno, disposta dal Comando Provinciale Carabinieri Agrigento. Durante lo scorso anno, proprio nel centro storico di Agrigento, sono stati vari i blitz effettuati dai militari dell’Arma, che hanno portato complessivamente all’arresto di oltre venti “pusher” ed al sequestro di svariati chili di sostanze stupefacenti, in particolare di “Hashish”, “Marijuana” ed “Eroina”. Anche per l’anno in corso, dunque, gli occhi dei Carabinieri rimarranno ancora puntati in modo costante sul centro del capoluogo ed in particolare nelle ore della “movida” durante i fine settimana.