Agrigento, assolto l’agente Boccadoro. Era accusato di calunnia

L’agente della Direzione Investigativa Antimafia, Giuseppe Boccadoro, è stato assolto dal Tribunale di Agrigento dall’accusa di calunnia “perchè il fatto non sussiste”. Come riporta Grandangolo, a disporlo il gup Stefano Zammuto che ha scagionato l’agente dall’accusa nata da una vicenda familiare con l’ex moglie.