Agrigento, abusivismo edilizio: il Comune “all’attacco”

Il dirigente del Settore V del Comune di Agrigento ha imposto la demolizione di un’opera abusiva al Villaggio Mosè entro 90 giorni, decorsi i quali scatterà la sanzione amministrativa, oltre che l’acquisizione al patrimonio comunale e la successiva demolizione in danno del cittadino.

L’ordine di demolizione arriva dopo il diniego da parte degli Uffici comunali della richiesta di sanatoria avanzato dal proprietario. Nel 2013 era già stata la Procura a chiederne la demolizione.

Inoltre, da palazzo dei Giganti sono state firmate altre ordinanze di demolizione: una riguarda l’ampliamento di un capannone al Villaggio Mosè; l’altra un varco di collegamento fra due distinti locali in via Dante. In quest’ultimi casi, se si dovessero trattare di opere sottoposto a sequestro dell’Autorità giudiziaria, occorrerà prima chiederne il dissequestro.