Agguato di Favara, Nicotra ha paura: dovete proteggermi !

E’ ricoverato in ospedale , dove ha subito già due interventi, ma senza protezione Carmelo Nicotra , 25 anni di Favara, scampato all’agguato, avvenuto martedì scorso, in via Torino. Ferito al gluteo da colpi di kalashsnikov è sotto le cure mediche del personale del San Giovanni di Dio di Agrigento.

Intanto l’avvocato Salvatore Cusumano, difensore del Nicotra, ha chiesto che il proprio assistito sia sottoposto a sorveglianza dato che al momento quest’ultimo è sì ricoverato, ma non piantonato, nella struttura ospedaliera agrigentina. La richiesta è stata effettuata alla Procura della Repubblica di Agrigento che si sta occupando delle indagini ed è stata formalizzata a tutela dell’incolumità dell’uomo.

Colpi d’arma da fuoco, un kalašnikov e una pistola calibro 9, questo lo scenario verificatosi quel martedì notte in via Torino. Obiettivo di almeno tre sicari (due sparano il terzo alla guida di un Fiorino) il favarsee proprietario di un magazzino nella via dell’agguato è sfuggito alla morte.
C’è massimo riservo sulle indagini,  ed il giovane sottoposto all’esame Stub per verificare se abbia sparato. L’uomo ferito è stato soccorso da qualcuno (non è stato volutamente rivelato il nome) che ha trasportato Nicotra nei pressi dell’ospedale San Giovanni di Dio (non demtro l’ospedale, con il chiaro intento di non farsi identificare) dove l’uomo ferito è stato notato da una coppia di fidanzati che ha dato l’allarme.