Aggredito, pestato e rapinato, trentaseienne in ospedale

Aggredito e pestato, verosimilmente, da un individuo solitario, che gli ha sottratto il telefono cellulare. Vittima della rapina un trentaseienne, disoccupato, di nazionalità marocchina, che da tempo vive a Ribera, in una palazzina, all’interno di una cantina.

L’immigrato è finito in ospedale. Ha riportato vari traumi, ma non versa in pericolo di vita. Tutto quanto è successo, l’altra notte, in una zona centrale della città crispina. Uno sconosciuto sarebbe riuscito ad intrufolarsi all’interno dell’edificio, e da lì a pochi attimi, ha raggiunto la cantina, quasi sicuramente conoscendo le abitudini del trentaseienne.

Poi avrebbe minacciato il marocchino, intimandogli di consegnare i soldi che aveva. Il marocchino forse perché ha opposto resistenza, è stato colpito a schiaffi, pugni e calci.

Il malvivente, a questo punto, è fuggito impossessandosi soltanto del telefonino del trentaseienne. Scattato l’allarme, sul posto sono accorsi i carabinieri della locale Tenenza che hanno, naturalmente, avviato le indagini per provare ad identificare l’aggressore.