Ad Aragona la prima campagna di adozione dei mandorli

Il mandorlo è una pianta simbolo del territorio agrigentino, si pensi alla sagra più importante della città di Agrigento dedicata al mandorlo in fiore, oltre a tante aziende agricole ed alimentari che stanno sempre più investendo sulla coltivazione del mandorlo.
Tra questi l’azienda Terra Dunci dei fratelli Maria Luisa e Rosario Pendolino, di Aragona.
I due imprenditori dal 2018 oltre a gestire l’azienda agricola di famiglia, trasformano e commercializzano prodotti da forno, tavola calda e pasticceria partendo dalle materie prima coltivate nella loro azienda agricola biologica.
Fiore all’occhiello della produzione dolciaria sono le famose paste di mandorla per le quali utilizzano le loro mandorle autoctone di varietà Nivera, una varietà siciliana antica che i due imprenditori hanno deciso di conservare a scapito di varietà più moderne, magari più produttive.
Proprio per il mantenimento della biodiversità i due imprenditori aragonesi hanno deciso di condividere la loro produzione di mandorle autoctone con quanti vogliano prendersi cura del mantenimento delle loro piante con una piccola donazione.
Infatti grazie alla campagna adottaunmandorlo.it adesso chiunque sia interessato al mantenimento della biodiversità può adottare per un anno uno dei mandorli della famiglia Pendolino, e riceverne in cambio una piccola parte del raccolto.
Basta andare sul sito adottaunmandorlo.it e selezionare l’adozione della varietà Nivera presente in elenco.
“L’idea nasce dalla volontà di mantenere e preservare la biodiversità del nostro territorio” dice Maria Luisa Pendolino “i nostri mandorli sono un patrimonio di tutti, perché rappresentano la storia contadina della nostra comunità”
Rosario, il fratello, ha commentato “Con il progetto addottaunmandorlo.it chiunque adesso puo’ aiutarci al mantenimento delle nostre piante autoctone, ricevendone in cambio non solo una piccola parte del raccolto, ma la soddisfazione personale di aver contribuito al mantenimento di una tradizione agricola contadina che va avanti da generazione in generazione”
L’obiettivo della campagna è quello di poter piantare nuovi alberi di mandorlo autoctono in modo da proteggere le varietà siciliane.