Accordata estradizione di giovane agrigentino indagato per coltivazione di Cannabis

Estradizione accordata anche dalla Cassazione per Rosario Siracusa, 29 anni di Agrigento, domiciliato a Porto Empedocle, ricercato per mesi in tutta Europa, per reati in materia di stupefacenti, e localizzato e  catturato l’estate scorsa dai carabinieri.
La decisione dei giudici ermellini segue la sentenza emessa in data l’ottobre scorso dai giudici della Corte di Appello di Palermo, che avevano disposto la consegna del giovane all’Autorità giudiziaria belga, in relazione al mandato di arresto Europeo.
L’agrigentino era stato bloccato, l’estate scorsa, lungo la strada, che collega Sambuca di Sicilia con Sciacca.  Era destinatario del mandato di arresto per avere coltivato, in concorso con altri, all’interno di un capannone nella località belga “Pepinster”, tra il 1 febbraio 2018 e il 14 gennaio 2019, complessive 1.641 piante di “Cannabis”.