Abusivismo, il sindaco di Agrigento posta Enzo Tortora

Nessun commento da parte del sindaco di Agrigento Calogero Firetto ma un post su Facebook si. Il sindaco indagato nella vicenda del Castello Colonna, insieme al fratello Mirko, in concorso, al momento, con ignoti, ha citato una frase celebre di Enzo Tortora.

Una frase che Tortora pronuncio davanti la corte in uno dei suoi processi: “Signori della corte, io sono innocente. E spero dal profondo del mio cuore che lo siete anche voi”. Il sindaco è evidentemente in grande imbarazzo. Una accusa che se dimostrata avrebbe risvolti negativi soprattutto sulla sua carriera politica. Una spada di damocle che pende sulla testa del primo cittadino.

Il sindaco di Agrigento è indagato per avere realizzato agglomerati urbani sul preesistente complesso monumentale avente caratteristiche artistiche di particolare interesse ambientale del vigente Prg, sul preesistente complesso monumentale denominato “Residenza della famiglia Colonna Duchi di Cesarò”.