2016 e 2017 : un anno va e l’altro viene. Auguri Favara, ma non solo !

Non solo, perché la situazione di Favara è sostanzialmente simile a quella di tanti altri Comuni.

Un anno fa, proprio in questi ultimi giorni, l’Amministrazione in carica, dopo il travaglio di tutte le vicende vissute, con il “fatto” eccezionale  delle dimissioni  di molti Consiglieri Comunali dei vari gruppi politici, soprattutto PDL e FLI con .scorrimento e dimissioni a catena, al punto di arrivare anche all’esaurimento di qualche lista  .. dopo la verifica del dissesto finanziario, con l’approvazione obbligata del piano di riequilibrio, comunque bocciato dai revisori di Conti, unitamente al bilancio pluriennale …. dopo i vari, vani inviti alla cessazione dei veleni per un nuovo iter amministrativo,…. il Sindaco in carica,  a fine anno 2015, proprio in questi giorni,  parlava in conferenza stampa non solo delle difficoltà finanziarie, ma soprattutto di avvertire un clima di “ostracismo politico e sociale” sia da parte  dagli avversari politici, come dai cittadini.

Un’analisi onesta che, nel prosieguo,  si è rivelata drammaticamente veritiera ed obiettiva, con tutto quello che ne è logicamente verificato nei mesi successivi, sino alle elezioni amministrative  del giugno scorso, che hanno determinato il cambio di guida non solo dell’esecutivo, ma anche dello stesso Consiglio Comunale, rinnovato quasi al cento per cento.

Adesso la nuova Amministrazione a guida 5Stelle fa il bilancio di questi sei mesi e tutta l’attenzione è puntata su quello che dirà domani la Sindaca Anna Alba, circondata dai suoi Assessori e dai 14 Consiglieri Comunali penta stellati …. che in Consiglio Comunale sono la maggioranza.

Quello che è avvenuto, in questi sei mesi,  è ben conosciuto da tutti ed ognuno democraticamente lo valuta  dal suo punto di vista, come è giusto che sia.

Ma al di là delle legittime  opinioni e  della normale dialettica politica,  il desiderio e l’augurio che sembra potersi cogliere da larghi strati della popolazione, a Favara come altrove, è quello che il bene comune esige, da parte d tutti, che si evitino polemiche e  parole inutili,  sterili, e peggio ancora dannose, al fine d favorire  corretti rapporti sociali. Il passato  non è più nelle possibilità di alcuno di potere cambiare, semmai si può soltanto riparare, nei limiti del possibile. Invece  una realistica valutazione della presente situazione socio-politica ed amministrativo-economica,  offre a tutti la possibilità  di  incidere positivamente.

Urge perciò una responsabile riflessione  che produca un impegno sinergico nel prossimo futuro, nella linea di proposte da concordare con il  gruppo che in Consiglio Comunale ha la maggioranza e senza del quale, (così come al Parlamento nazionale senza il PD)  nulla può essere approvato.

Valorizzare anzitutto le eccellenze in tutti i campi credo che possa essere un’ indicazione senz’altro valida per tutti i Comuni. Ogni gruppo  deve 

offrire il suo positivo  apporto.  Favara poi    in campo di eccellenze, in diversi campi, ne ha proprio tante. Perciò  AUGURI  FAVARA, ma non solo !

Diego Acquisto