Weekend di ferragosto, presenze, ordinanze. Il punto con l’assessore Picarella

Agrigento si appresta a vivere il weekend di ferragosto. A fare il punto della situazione,  con una sorta di bilancio e di prospetto per il periodo clou dell’estate,  è l’assessore al Turismo del comune di Agrigento, Francesco Picarella.

Si avvicina il Ferragosto. Come sta andando e cosa ci aspetta?

Inutile nascondere di aver vissuto una stagione estiva altalenante in merito alle presenze ricettive, il ritorno prepotente dei contagi, i disagi degli scioperi aerei ci dicono di una estate controversa. Ferragosto classico con il tutto esaurito e la ritrovata voglia di poter visitare un territorio ricco di arte cultura di eccellenza. Abbiamo tanto sicuramente ancora da migliorare”.

Il centro storico si trasforma. In via Atenea e dintorni sempre meno negozi e più vetrine legate all’offerta enogastronomica. Come si spiega?

Una trasformazione sociale in atto già da tempo con centri storici votati più verso l’offerta culinaria di qualità. Un fenomeno che va gestito e che, inevitabilmente, continuerà a cambiare secondo le tendenze e la domanda. Il tessuto urbano vive un continuo cambiamento dettato dalle continue trasformazioni, con contesti che cambiano continuamente”.

Ad Agrigento, lo sappiamo, la vigilia di Ferragosto si festeggia senza freni. Cosa ci dobbiamo aspettare per la notte del 14 agosto?

Ci auguriamo una notte di sano divertimento da trascorrere con gli amici, con il massimo della sicurezza. I falò in spiaggia, così come gli anni passati, sono vietati, quindi la scelta di far vivere una serata di allegria ai concittadini ed i turisti con eventi organizzati ci pare la migliore. Abbiamo scelto la location di Piazzale Giglia perchè è il cuore del lido. Così per come determinato in comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, stiamo approntando l’ordinanza sulla viabilità, garantendo la massima presenza del Corpo dei Vigili Urbani per tutta la notte. Mi auguro ed invito alla massima cautela e rispetto per far si che possa essere una notte di sano divertimento.”

A proposito di ordinanza, quella sulle emissioni sonore ha creato qualche malumore e probabilmente non era chiara a tutti, creando anche parecchia confusione. Avete incontrato le associazioni dei commercianti. Novità?

E’ stato un incontro utile, perchè oltre a spiegare l’ordinanza si è sviluppato un sano confronto con proposte di buon senso. E’ stato messo in evidenza come l’ordinanza tuteli sia il diritto alla quiete, sia il legittimo interesse dei titolari di attività di poter fare intrattenimento e svago. Nella stessa ordinanza sono previste specifiche deroghe che possono essere concesse nei limiti della stessa. Sulla materia si fa sempre riferimento al regolamento comunale approvato nel 2009 ed ai dettami della Legge nazionale. Sicuramente alla fine della stagione ci rincontreremo con tutte le parti in causa per valutare attentamente il Regolamento e apportare eventuali migliorie”.

Siamo entrati in clima di campagna elettorale in vista delle regionali del prossimo settembre…

Non è una campagna elettorale che riguarda le amministrative, quella c’è già stata a suo tempo, per cui ci auguriamo che non scada in attacchi personali e strumentalizzazioni per garantire consensi . Ora serve collaborazione, spirito di servizio e proposte per migliorare le cose. Siamo stati e rimaniamo aperti al dialogo”.