Week-end al cinema. Da Ella e John a Il Vegetale un respiro di fuga, libertà, coraggio, speranza e gentilezza

L’afflato di fuga e di libertà di Ella e John

Ella e John di Paolo Virzì è stato il primo film in gara alla Settantaquattresima Mostra del cinema di Venezia, di cui interpreti straordinari sono Helen Mirren e Donald Sutherland, che regalano un’interpretazione da premio, e da premio potrebbe essere stato l’intero film, anche se non sono stati tutti concordi.

Ella è una donna dal carattere forte e audace che strappa il marito John, adorato e malato di Alzheimer, a un destino fatto di case di cura e separazione per un’ultima avventura irragionevole e gioiosa. Il film sembra essere un omaggio alla terza età, durante la quale tutto volge verso l’autunno della propria vita, e un inno all’amore e alla forza di reagire davanti alle difficoltà più inaccettabili che il destino pone davanti a tutti.

Eppure c’ è stato chi, come Empire USA, lo ha definito un film che riprende una tematica molto cara al mondo del cinema sì, ma ruffiano e con uno script debole in cui tutto sembra essere troppo scontato e il finale lo si immagina già dopo i primi 10 minuti dall’inizio. Tuttavia, scontato o meno, a Ella e John va dato un grande merito: quello di far respirare allo spettatore un afflato di fuga e di libertà anche laddove a causa dell’Alzheimer il destino di un uomo sembra essere troppo scontato.

Ella e John è proiettato al Cinema Multisala Ciak di Agrigento. Orario degli spettacoli 18.30 – 20:30 – 22:30

Il coraggio e la gentilezza de Il vegetale

Luca Zingaretti interpreta il protagonista di una bella commedia riuscita che si intitola Il vegetale, firmato da un ottimo regista, Gennaro Nunziante.

La storia è quella di un giovane, chiamato il vegetale che cerca di dare un senso alla sua vita. A interpretarlo con sorprendente bravura è Fabio Rovazzi, al quale il film, con l’interpretazione di questo ruolo ha dato senz’altro l’opportunità di realizzare il suo sogno nel cassetto: quello di indossare per il grande schermo i panni di un personaggio diverso, sui generis, che però trasmette al pubblico un messaggio forte e unico, soprattutto per una società come quella attuale dove a prevalere sono la noia, l’egoismo e l’indifferenza.

Lo slogan del film è “coraggio e gentilezza” che invita chiunque a lasciare la porta aperta a un barlume di speranza e a dare sempre, in maniera incondizionata, tutto quello che si ha dentro. Per farlo però bisogna anche avere tenacia e la voglia di aiutarsi come meglio si può e si crede.

Il vegetale vi aspetta al Cinema Multisala Ciak di Agrigento. Orari degli spettacoli 18.30 – 20:30 – 22:30