Volontari di strada di Agrigento, aderiscono alla giornata contro la violenza sulle donne

I VOLONTARI DI STRADA DI AGRIGENTO ADERISCONO ALLA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE DA OGGI L’AVVIO DEL CENTRO ASCOLTO DONNE.

Ha riscosso un notevole successo di presenze il gazebo allestito in tandem dai Volontari di Strada e Actionaid di Agrigento, in piazza Cavour, quest’oggi, in occasione della celebrazione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne. Centinaia di persone, soprattutto giovani,  hanno voluto accostarsi per avere informazioni, ma anche gadget e locandine sull’attività svolta dall’associazione, in riferimento anche al nuovo servizio (allestito all’interno dell’associazione, viale della Vittoria, 323), per l’avvio del quale è stata scelta la data – simbolo di oggi. Si tratta del Centro Ascolto Donne, all’interno del progetto #giùlemani, rivolto a donne che vivono situazioni di conflitto extra o intrafamiliare. Ma anche donne sole e donne capo famiglia, separate, abbandonate, madri nubili o che vivono o hanno vissuto condizioni di violenza fisica (maltrattamenti), sessuale (molestie, stupri, sfruttamento), economica e psicologica. Il centro ascolto offre a tutte le donne un primo incontro di chiarimento ed individuazione dei problemi con un immediato orientamento sui percorsi da intraprendere per la loro risoluzione sia all’interno dell’associazione che fuori di essa, mediante il supporto di professionisti dei vari campi: legale, medico e psicologico. La coordinatrice delle attività del centro ascolto è Susy Indelicato, con esperienza maturata in centri antiviolenza.

“L’avvio del servizio di Centro Ascolto Donne – sottolinea la presidente dei Volontari di Strada, Anna Marino – è stata una scelta quasi dovuta e necessaria da parte nostra per via delle numerose testimonianze di donne che vivono situazioni di disagio e di violenza che quasi quotidianamente noi Volontari di Strada ascoltiamo e raccogliamo nel corso delle attività di sostegno e aiuto alle famiglie. Con il centro di ascolto, inoltre, – prosegue Anna Marino – sono partiti anche i corsi di autodifesa di primo livello, giunti già alla seconda lezione, tenuti da due istruttori qualificati: Francesco Caldara e Lillo Arcieri, rispettivamente cintura nera di primo e secondo dan Ju-Jitsu, esperti in corsi di formazione di difesa personale. Non potevamo rimanere inermi e indifferenti al drammatico e sempre più diffuso fenomeno della violenza sulle donne. E così abbiamo pensato di affiancare, alle tradizionali e canoniche attività di assistenza alle famiglie indigenti di Agrigento, anche l’istituzione di un centro di ascolto riservato alle donne vittime di violenza, avviando il progetto #giùlemani e mettendo a disposizione le nostre strutture”.