Valle senza segreti e percorsi sotterranei: una domenica pensata per le famiglie

Una domenica pensata per le famiglie tra laboratori, festa del papà e visite guidate. Aspettando la Giornata mondiale dell’acqua, per ricordare a tutti l’importanza di arginare la crisi idrica mondiale per mettere uno stop ai rapidi cambiamenti climatici, domenica 19 marzo il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento aderisce alle celebrazioni del World Water Day con la visita speciale dedicata all’Ipogeo Giacatello “L’acqua degli antichi”. Si parte alle 11 (in replica alle 12 ) dal chiostro del Museo Archeologico Pietro Griffo: i visitatori avranno occasione di scoprire un mondo sotterraneo realizzato dagli antichi greci di Akràgas allo scopo di captare, trasportare e conservare una risorsa dal valore inestimabile per tutti i popoli di ogni tempo. Gli speleologi dell’associazione Agrigento Sotterranea forniranno anche interessanti approfondimenti dal punto di vista speleologico e geologico, spiegando scientificamente le caratteristiche collegate alle risorse idriche ed alla litologia del sottosuolo dell’antica Akràgas. L’evento costituirà per tutti i visitatori una valida occasione di riflessione sul tema “Accelerating change – Accellerare il cambiamento”, importante tema al centro della campagna di sensibilizzazione globale lanciata dall’organizzazione del World Water Day. Biglietto 10 euro.

Nel pomeriggio, invece, spazio per il laboratorio “Le Gorgoni sui tetti al museo griffo per la festa del papa’!”, una visita gioco adatta alle famiglie con bimbi di età tra  6 e 12 anni, promossa dal Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento e verrà condotta dagli archeologi di Coopculture.  Chi era Medusa? E qual è la sua storia? Perchè viene anche chiamata Gorgone? Perché la sua immagine veniva riprodotta sui frontoni dei templi, sulle tegole degli edifici e su tantissimi oggetti? Appuntamento alle 16 nell’aula didattica del Museo Archeologico Regionale Pietro Griffo: dopo aver appreso il mito di Medusa ed aver osservato i reperti esposti, ciascuno darà sfogo alla propria vena artistica con colori, pennelli, colla e altri materiali. I padri e i nonni dei piccoli archeologi presenti verranno coinvolti nelle battute finali della parte laboratoriale dell’esperienza, per celebrare tutti insieme la ricorrenza della festa del papà. Biglietto 5 euro.

Alle 10.30 e alle 11.45 è prevista , come di consueto, la visita “Percorsi sotterranei della Valle dei templi”, percorso dedicato all’osservazione di particolari strutture riconducibili all’attività di necropoli delle prime comunità di cristiani agrigentini.

Iniziando all’ombra dell’ulivo saraceno innanzi al Tempio della Concordia, il tour entra da subito nel vivo con una passeggiata lungo il percorso di un antico asse viario greco, divenuto a partire dal sec. III d.C. una vera e propria “via dei sepolcri”. Percorrendo questo sentiero si giunge alla necropoli sub-divo, la cui realizzazione ha trasformato in parte l’originario contesto tra i templi di Ercole e di Concordia. L’itinerario prosegue attraversando il corridoio che taglia la necropoli paleocristiana e conduce all’accesso settentrionale della Grotta Fragapane, la catacomba più grande della Valle dei Templi. Superata la Grotta Fragapane si arriverà  fuori dalle mura di fortificazione, alla base di quel settore del costone roccioso della Collina dei Templi. Giunti al bivio con la cosiddetta necropoli romana “Giambertoni”, l’itinerario prosegue lungo un sentiero paesaggistico che costeggia esternamente le mura di difesa e conduce nuovamente al Tempio della Concordia. Biglietto 10 euro

Alle 15,30 al Parco archeologico come di consueto è prevista la visita guidata “Valle senza segreti”, un’esperienza che coniuga la visita al tratto principale della Valle dei Templi con l’itinerario dei percorsi sotterranei. I visitatori scopriranno le due fasi storiche che più di tutte hanno inciso sullo scenario naturale della Valle dei Templi: passeggiando in discesa dal Tempio di Giunone sino al Tempio della Concordia,  si potrà osservare la città greca di Akràgas, proseguendo quindi alla scoperta delle evidenze archeologiche del periodo paleocristiano che raccontano la Valle dopo i greci. L’itinerario di visita culminerà all’interno delle Catacombe Paleocristiane. Biglietto 15 euro

Maggiori info su www.coopculture.it