Vigili del Fuoco: sospesa la protesta sull’ Isola di Lampione

COMUNICATO STAMPA UIL PA VIGILI DEL FUOCO AGRIGENTO

VIGILI DEL FUOCO: SOSPESA LA PROTESTA SULL’ISOLA DI LAMPIONE DOPO INVITO AD INCONTRO SOTTOSEGRETARIO CANDIANI.

E’ stata sospesa la protesta del vigili del fuoco di Agrigento Antonello DI MALTA segretario Provinciale dell’ UIL PA Vigili del Fuoco. Il Vigile del fuoco che da venerdi 26 ottobre si era isolato nell’isola deserta di Lampione ne cuore estremo del mediterraneo.
Ieri 30 ottobre è stato prelevato da un elicottero e trasportato sull’isola di Lampedusa suo luogo di residenza.
“Siamo soddisfatti” – dichiara il capo squadra esperto DI MALTA Antonello – “ per l’invito al dialogo del Sottosegretario CANDIANI dove ci è stata gia comunicata la data dell’incontro che sarà a Roma giorno 8 per discutere le problematiche esposte nella protesta.”
“Siamo convinti e fiduciosi” – continua DI MALTA che le problematiche dei vigili del fuoco che esporremo possano trovare un punto d’incontro con questo governo, caso contrario non ci resterà di riaprire la lotta.
Segretario Provincale VVF di Agrigento

 

IL SOTTOSEGRETARIO CANDIANI INVITA DI MALTA A
LASCIARE L’ISOLA PER INCONTRARLO DI PERSONA!

Appena si è diffusa la notizia che un Vigile del Fuoco si era recato su un’isola deserta
come estrema forma di protesta, il Sottosegretario Candiani ha immediatamente
aperto un canale diretto con la nostra Segreteria Nazionale per essere costantemente
informato sulle sue condizioni; nelle ultime ore, con l’aggravarsi delle condizioni
meteo che avevano causato il danneggiamento della tenda e del sistema di
alimentazione elettrica che lo aveva reso irraggiungibile per numerose ore nel corso
della scorsa notte, Antonello Di Malta è stato direttamente contattato dal
Sottosegretario in quanto fortemente preoccupato.
Quanto sopra, se da un lato dimostra un seguito agli impegni presi in sede di
raffreddamento per la nostra vertenza su ulteriori correttivi al nuovo ordinamento
del CNVVF, dall’altro mette ancora più in evidenza la grave latitanza
dell’Amministrazione che invece si è completamente disinteressata delle sorti di un
suo uomo, di un Vigile del Fuoco che protestava contro l’isolamento a cui sono
costretti tutti i Vigili del Fuoco e di cui la stessa Amministrazione ne ha dato prova
tangibile in questi giorni.
Il Sottosegretario Candiani ha dunque rivolto ad Antonello l’invito ad incontrarlo
personalmente per affrontare i problemi che lo hanno spinto ad una protesta così
estrema.
“Subito una legge delega con copertura economica e correttiva dell’attuale riordino,
stanziamento di opportune risorse economiche per il rinnovo del contratto che
velocizzi il percorso di equiparazione del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco agli altri
Corpi dello Stato” afferma il Segretario Generale Uil Pa Vigili del Fuoco Alessandro
Lupo che ribadisce “Occorre dare una risposta, attraverso opportune forme di tutela
previdenziale a quei Vigili del Fuoco che percepiranno pensioni da fame”