Viadotto Akragas chiuso da mesi, adesso ci sono novità

Chiuso dal 16 marzo il viadotto Akragas ha creato disagi notevoli alla viabilità agrigentina e soprattutto a chi si reca ad Agrigento da varie parti della città. Sulla vicenda interviene il Sindaco di Agrigento Calogero Firetto che ha diramato una nota stampa:
Ho parlato oggi con i vertici ANAS, per avere un quadro aggiornato degli interventi previsti sul viadotto Morandi e relativi tempi di attuazione. I viadotti Akragas I e II della SS115 Quater, questa l’effettiva denominazione, sono opere realizzate agli inizi degli anni ’70. Allo stato attuale sono previsti due interventi, il primo dei quali, per un importo complessivo pari a 480 mila euro, riguarda il risanamento delle travi maggiormente ammalorate e il ripristino della precompressione. I lavori, la cui durata prevista è di 160 giorni, dovrebbero avviarsi entro il mese in corso, consentendo così il pieno riutilizzo del viadotto Akragas II. Un secondo e ben più corposo intervento, per un importo complessivo pari a 30 milioni di euro, riguarda interventi strutturali di risanamento dei viadotti e adeguamento dei cordoli con l’installazione della nuova barriera. Il progetto è al momento in corso di validazione“.

Sarebbe opportuno che il Sindaco parli con i vertici dell’ANAS anche della questione del Viadotto della vergogna, ovvero il ponte Petrusa che lasciato incompleto ha di fatto isolato due località.