Valle dei Templi, museo e Kolymbethra, diverse iniziative per la prima domenica

Eventi e mostre la Valle dei Templi, Il Giardino della Kolymbethra, museo e rovine romane.  Si rinnova anche in occasione della prima domenica di aprile la consueta iniziativa romossa dal Parco Arecheologico.

Sono diverse le iniziative in città

Ingresso gratuito al Parco della Valle dei Templi, ridotto al 50% per la Kolymbethra (3 euro). Il Giardino degli Dei, nel cuore della Valle dei Templi, è il luogo ideale per trascorrere una domenica in famiglia o con gli amici, godendosi l’ombra degli olivi secolari, lasciandosi inebriare dal profumo degli agrumi o prendendo parte alle attività in programma tra cui le escursioni in ipogeo guidate da speleologi. In occasione della prima domenica del mese, al Giardino della Kolymbethra sarà allestito un mercatino, in cui alcuni produttori locali metteranno in risalto gli «Agrumi di Sicilia».

Iniziativa di integrazione a tema:

«La cultura dell’accoglienza, l’accoglienza della cultura» che si terrà dalle 10 alle 11 e dalle 11.30 alle 12.30. Il tema della visita è dedicato all’inclusione sotto molteplici aspetti: gli operatori di questa visita speciale, ragazzi del Liceo Leonardo di Agrigento e giovani migranti minori non accompagnati ospiti degli Sprar «Il Delfino» e «La mano di Francesco». Una visita al museo guidata attraverso le emozioni e l’empatia suscitate dagli oggetti. Musica e animali di quartiere invece con due distinte iniziative per vivere il Parco archeologico e paesaggistico Valle dei templi di Agrigento, che oggi offre l’ingresso gratuito per la visita e le attività, dedicate a grandi e bambini. Si comincia alle 15.30 con «Animali di quartiere» una iniziativa rivolta ai più piccoli, che si ritroveranno davanti il cancello del quartiere ellenistico romano, per scoprire insieme agli archeologi quali erano gli animaletti che, come abitanti silenziosi, popolavano le vie, gli orti e i pascoli intorno all’antica Akragas. Della loro presenza, tra l’altro, si trova testimonianza in opere di pittura, ceramica e mosaici dell’epoca. E proprio per questo, al termine della visita di istruzione, verrà offerta ai piccoli partecipanti, la possibilità di dipingere su terracotta il proprio animale preferito, l’attività terminerà alle 18.30.

Museo archeologico Pietro Griffo

Nella stessa giornata e con inizio alle 17 appuntamento al Museo Pietro Griffo, che nella sala Zeus, ospiterà il primo di un calendario di concerti che rientra nel progetto «Mito e musica al Museo» e che prende il titolo di «Scene pastorali e creature mitologiche nella penombra: ninfe, fauni e ciclopi». Con la progettazione e direzione artistica di Anna Maria Van Der Poel e Stefano Tesè, si esibiranno Antonio Curcio al Flauto e Marisa Bonfiglio al pianoforte. A curare l’introduzione sarà Valentina Caminneci archeologa del Parco.  (GDS)