Vaccini Lampedusa, risultati della prima giornata un po’ deludenti

Nell’isola di Lampedusa i risultati non sono stati corrispondenti alle aspettative. Questo almeno nel primo giorno di vaccinazione alla popolazione, a partire già dalla maggiore età. “Molti  non si sono presentati al Poliambulatorio” dice Francesco Cascio, direttore sanitario della struttura di contrada Grecale. “Immaginavamo che l’affluenza potesse essere più alta – ha sottolineato –. Fra la popolazione che va dai 60 e i 79 anni, a fronte dei 1.340 aventi diritto, al momento hanno risposto non più di 400 persone”.  Ma Cascio è ottimista: “Adesso che è stato dato il via libera alla vaccinazione, senza bisogno di prenotazione, forse ci sarà una presenza maggiore. Penso che comunque arriveremo a vaccinare una platea ben al di sopra del 75 per cento”.

Non è escluso che a far disertare le vaccinazioni forse è stato anche il timore provocato dal siero Astrazeneca: “Penso che il messaggio negativo che è stato veicolato su questo vaccino – ha concluso Cascio – abbia condizionato molto la campagna in corso. Il fatto che arrivino a Lampedusa dosi di Pfizer potrebbe incoraggiare la gente a vaccinarsi”. Lampedusa mira, prima fra tutte, ad ottenere l’immunita’ rispetto al Covid.