Rai Radio uno racconta le meraviglie di Agrigento

Estate, stagione turistica per eccellenza. Dal punto di vista degli arrivi dall’estero, come dice il direttore esecutivo dell’ENIT Gianni Bastianelli, “il 2017 era stato un anno straordinario, uno dei migliori per il turismo italiano. Anche il 2018 è stato un buon anno sotto questo punto di vista, anche se ci sono alcune località che sono state meno gettonate di altre. Il turista ha iniziato a selezionare i luoghi in cui andare in vacanza, puntando sulla qualità.”
Nelle scelte degli stranieri l’Italia è il paese prediletto per la varietà di scenari che si possono ritrovare. La maggior parte dei turisti proviene dagli Stati Uniti, dalla Germania; in aumento anche il numero di cinesi e russi. Posto d’onore merita invece Agrigento, che si piazza tra le mete preferite dai turisti. Carmelo Lazzaro di Radio Uno la definisce “una valle che incanta, che tra cultura, storia, archeologia e gastronomia cela un richiamo irresistibile.”
Il parco della Valle dei Templi, poi, attira sempre più visitatori, italiani e non, come spiega il direttore Giuseppe Parello: “Rendiamo sempre più attrattiva la nostra Valle grazie alla possibilità di assistere a rievocazioni storiche, di visitare la città del periodo romano, gli scavi, il teatro di periodo ellenistico, le terme romane.” Ma pur essendo la più rinomata e celebre attrattiva di quella che Pindaro definì “la più bella città dei mortali”, le meraviglie di Agrigento non si limitano alla sola Valle dei Tempi, come giustamente sottolineato da Vincenzo Mazzara, esperto in marketing turistico e culturale, che ha evidenziato gli ulteriori ed imperdibili siti da visitare della città: “Assolutamente da vedere è la cattedrale normanna, il museo diocesano, la Biblioteca Lucchesiana, la chiesa di Santa Maria dei greci, Torre salsa, la Scala dei Turchi, Punta bianca, piccola gemella della Scala, e ancora Capo bianco. Molti sono infatti i luoghi da vedere e con cui rifarsi gli occhi. I viaggiatori possono inoltre scoprire tutte le attrazioni che gravitano e si estendono attorno alla Valle attraverso il portale YouOnTour.it”