Una strana campagna elettorale

Campagna elettorale inedita quella per il rinnovo dell’amministrazione comunale di Agrigento. E non tanto per l’imprevisto rinvio della data delle elezioni dal 24 maggio al 4 ottobre, ma per una inusuale campagna elettorale “senza assembramenti” ed in piena estate. E incontrare gli elettori sotto l’ombrellone, senza potere organizzare convegni in luoghi chiusi, riduce ulteriormente le possibilità di confronto con la gente. Così mentre ci si tiene assolutamente riservati sul nome dei candidati, sul numero delle liste e soprattutto sul programma elettorale, ecco che i competitori “combattono”  soprattutto sui social e sui muri. Il primo e forse il più attivo è il candidato sindaco Franco Miccichè ma in questi giorni si messo in moto anche la macchina elettorale del sindaco uscente Calogero Firetto. Tra i due è un botta e risposta  che sta facendo discutere, infatti, la campagna adottata dall’attuale sindaco sembra in linea con quella tracciata da Miccichè.

L’ex assessore diffonde i poster in città e Firetto fa subito lo stesso, magari accanto a quelli del suo antagonista.  Quest’ultimo mette sui social le foto seduto su una panchina e col marciapiedi sporco, e Firetto posta sui social le foto dell’istallazione di nuove sedute e la pulizia del delle strade. Il primo punta sul decoro urbano e anche il secondo. Insomma in questa insolita campagna elettorale c’è anche questo. 

Vedremo nei prossimi giorni come si concretizzerà questa lotta a distanza, in attesa sempre delle liste e del programma che comunque dovranno essere resi pubblici entro il 4 settembre prossimo.