Ultimo saluto a Giovanni Domenico Picone, 40enne morto a causa di un incidente stradale

Si svolgeranno oggi a Rivoli, in provincia di Torino, dove si era trasferito per lavoro, i funerali del campobellese Giovanni Domenico Picone, morto a 40 anni a causa di un incidente stradale che si è verificato sabato scorso sull’autostrada A21 Torino – Piacenza, nei pressi di San Paolo Solbrito, poco prima della barriera di Villanova, sul cavalcavia che sale da Villafranca. A Rivoli, nell’Astigiano, sono volati i genitori del ragazzo, Calogero e Grazia Picone che parteciperanno alla cerimonia funebre ed assisteranno alla tumulazione. A Torino si sono recati anche i fratelli Giuseppe e Luigi, affranti dal dolore per la scomparsa del proprio congiunto. Oggi pomeriggio, invece a Ravanusa, dove vivono i suoceri ed i parenti della moglie di Picone, nella chiesa di Santa Croce, con inizio alle 18,30 sarà celebrata una messa di suffragio in memoria dello sfortunato ragazzo. Contrariamente a quanto era stato detto in un primo momento, sono due i figli del giovane morto nell’incidente, entrambi piccoli. 

La moglie, Silvana Alaimo, assieme ai suoi genitori Giovanni ed Angelo non hanno più lacrime da versare. Da sabato, quando hanno ricevuto la triste notizia hanno iniziato a vivere un incubo. L’incidente è accaduto nella tarda mattinata di sabato ma per diverse ore non è stato possibile identificare la vittima. Picone viaggiava sul furgone della ditta per cui lavorava, la Medi.h., specializzata nella gestione di ausili per ospedali e case di cura, quando, sulla corsia verso Torino, ha violentemente tamponato un Tir che lo precedeva. Uno schianto fortissimo che ha visto il mezzo più piccolo letteralmente “infilarsi” sotto il rimorchio dell’autotreno che lo precedeva.

Sul teatro dell’incidente è intervenuta un’eliambulanza del 118, ma il conducente del furgone è deceduto per le gravissime lesioni riportate. I rilievi sono stati eseguiti dalla polizia stradale. Nel frattempo è stata disposta la chiusura del tratto compreso tra il casello di Asti Ovest e la barriera di Villanova in direzione Torino per permettere le operazioni di soccorso e rimozione dei mezzi incidentati. Giovanni Picone era stato recentemente a Campobello di Licata, per le vacanze estive ed aveva assistito alla tradizionale “Rietina”, la sfilata di cavalli e carretti siciliani che si svolge per la festa della patrona, la Madonna dell’Aiuto. In quella occasione aveva salutato molti suoi amici che adesso ne piangono la scomparsa.