Trovato con ciclomotore rubato, condannato giovane agrigentino

I giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta da Wilma Angela Mazzara, hanno inflitto la condanna a 2 anni e 9 mesi di reclusione, nei confronti di Alex La Cara, 27 anni, di Agrigento, per le accuse di riciclaggio e simulazione di reato.
Il pubblico ministero Gloria Andreoli, al termine della sua requisitoria, aveva chiesto la condanna a 6 anni di reclusione. L’imputato, difeso dall’avvocato Daniele Re, era stato denunciato nel febbraio del 2017 dai poliziotti delle Volanti a Villaseta. Il giovane avrebbe affisso una targa su un ciclomotore rubato.