Tornano nonostante decreto di respingimento, arrestati sette migranti

Il personale della squadra Mobile della Questura di Agrigento, guidato dal vicequestore Giovanni Minardi, ha proceduto all’arresto di sette cittadini extracomunitari, tutti di nazionalità tunisina poiché, destinatari di un decreto di respingimento, sono rientrati nel territorio Italiano, entro i tre anni dall’effettivo rimpatrio.

I sette sono stati fermati a Lampedusa in seguito all’approdo di barchini carichi di migranti. Dal controllo alla banca dati sono risultati gravati da provvedimenti.

Salgono a 51 i migranti, quasi tutti nordafricani, arrestati dall’inizio del mese di novembre dalla squadra Mobile agrigentina, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Agrigento, diretta dal procuratore capo Luigi Patronaggio.

Si tratta di extracomunitari già respinti, espulsi, condannati, e indesiderati.