Tassa di soggiorno, Abba incontra il sindaco Micchichè. La richiesta: pulizia, sicurezza e decoro urbano

A Palazzo dei Giganti si è svolto un incontro tra il Sindaco e il direttivo ABBA, l’associazione dei B&B di Agrigento. Leonardo Urso, Rosy di Matteo, Anna Contino e Andrea Varisano, in rappresentanza delle strutture ricettive, ben informati sulle spese effettuate con i proventi derivati della tassa di soggiorno, hanno voluto fare sentire la loro voce coscienti dell’imminente data di scadenza del termine ultimo per l’utilizzo di tali fondi, prima che vadano in avanzo di amministrazione. Una lettera è stata, quindi, consegnata al sindaco Miccichè con una serie di proposte da realizzare a brevissimo termine. In particolar modo gli operatori del settore hanno voluto concentrare l’attenzione su tre punti fondamentali: pulizia, sicurezza e decoro urbano. “È stato un incontro proficuo – ha dichiarato il Presidente, Leonardo Urso- nel quale abbiamo affrontato il tema del modello di sviluppo della città e della comunità, della sua evoluzione turistica e del suo rapporto con la vivibilità complessiva.” “Un modello – continua Rosy Di Matteo- che se da un lato in questi anni ha creato nuove occasioni di lavoro e sviluppo, dall’altro inevitabilmente stenta a mantenere alto il decoro di questa terra, che evidenzia le chiare difficoltà di tutte le realtà locali. Il tutto nella condivisione di un costante potenziamento ed investimento sull’attrattiva turistica della nostra città e puntando al rafforzamento del ruolo di Agrigento città candidata a Capitale italiana della cultura con ricadute positive sull’economia cittadina”.