Tari, il sindaco di Ravanusa proporrà l’abbattimento

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge di conversione del 15 luglio 2022, n. 91 del Decreto Legge 17 maggio 2022, n. 50 (cd. Decreto Aiuti) recante “Misure urgenti in materia di politiche energetiche nazionali, produttività delle imprese e attrazione degli investimenti nonché in  materia di politiche sociali”,   l’amministrazione comunale di Ravanusa, guidata dal Sindaco Carmelo D’Angelo,  proporrà  al Consiglio Comunale, nella seduta  di venerdi prossimo 29 luglio, di votare una delibera per le agevolazioni della TARI utilizzando l’avanzo vincolato, derivante  dal   mancato utilizzo dei fondi emergenziali erogati  nel  biennio  2020-2021 come stabilito dalla legge,  per il 70% in favore delle utenze non domestiche e il 30% in favore delle utenze domestiche.  Il Comma 5 terdell’articolo 40 del Decreto Aiuti, annuncia, per l’anno 2022, che  i comuni possono  prevedere  riduzioni  della  tassa  sui rifiuti e della tariffa avente natura corrispettiva utilizzando,  ai  fini  della  copertura  delle  conseguenti   minori entrate,  gli  eventuali  avanzi  vincolati  derivanti  dal   mancato utilizzo dei fondi emergenziali erogati  nel  biennio  2020-2021.  Ciò, allo scopo di contenere la crescita dei costi dei servizi di  raccolta  e   smaltimento   dei   rifiuti   solidi   urbani,   in corrispondenza dell’aumento degli oneri di gestione  derivanti  dalle attuali criticità dei mercati dell’energia e  delle  materie  prime.

Abbiamo proposto in via d’ urgenza – spiega il sindaco Carmelo D’Angelo,  l’approvazione della delibera al Consiglio Comunale per utilizzare queste risorse a favore dei cittadini per far gravare meno l’aumento dei costi di conferimento in discarica che in questi anni sono aumentati vertiginosamente per mancanza di una adeguata politica dei rifiuti  a livello regionale e per l’aumento dei costi energetici che si riflettono anche sui costi di gestione.  Le agevolazioni devono essere deliberate , secondo la norma, entro il 31 luglio 2022 e pertanto il Consiglio Comunale è stato convocato per venerdì 29  alle 0re 17. L’amministrazione- conclude il sindaco- prevede il recepimento della legge per contenere i costi della TARI per i cittadini di Ravanusa”.