Stalking e violenza sessuale, 29enne rinviato a giudizio

Il Gup del Tribunale di Agrigento, ha disposto il rinvio a giudizio, di un ventinovenne di Canicattì, accusato di stalking e violenza sessuale. Accolta la richiesta del pubblico ministero Chiara Bisso, titolare del fascicolo. L’imputato è difeso dall’avvocato Calogero Meli.
La prima udienza dell’approfondimento dibattimentale è stata fissata per il 24 novembre prossimo, davanti ai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta da Wilma Angela Mazzara.

Il giovane non si sarebbe rassegnato alla fine della relazione, e avrebbe perseguitato l’ex compagna, in una occasione, abusando sessualmente della stessa.  La presunta vittima, che si è costituita parte civile con l’assistenza dell’avvocato Diego Giarratana, ha denunciato i fatti, e l’anno scorso, l’ex fidanzato era finito agli arresti domiciliari. La donna ha confermato le accuse anche nel corso dell’incidente probatorio, davanti al Gip del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto.