Spaccio di droga sotto gli occhi di bagnanti e famiglie. Al via gli interrogatori

La banda di pusher finita in manette, per tutto il periodo estivo, aveva monopolizzato la vendita della droga, nella borgata balneare di San Leone, a ridosso del lungomare Falcone Borsellino, precisamente in piazzale Aster.
Per i clienti ogni orario era buono per acquistare la dose giornaliera di stupefacente. I pusher non si creavano alcun problema, vendevano la droga laddove si incontrano famiglie, bagnanti e ragazzi di ogni fascia d’età.
Nessuna paura di essere osservati, seguiti, controllati, intercettati. Per questo motivo l’operazione condotta dal personale della squadra Mobile della Questura di Agrigento, è stata ribattezzata “Sunlight drug” (spaccio alla luce del sole).
La gang smerciava hashish, anfetamine, ecstasy, e cocaina. Complessivamente 5 gli indagati accusati di spaccio continuato.

L’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, su richiesta del procuratore capo Luigi Patronaggio, e del sostituto procuratore Gloria Andreoli, titolare del fascicolo, ha disposto gli arresti domiciliari per Alessandro Calogero Trupia, 30 anni e per Faisal Haouari di 27 anni. Obbligo di dimora con prescrizioni, invece, per Luigiandrea De Marco di 20 anni, e per A.B., di 22 anni. Divieto di dimora inoltre per un altro soggetto, attualmente irreperibile. De Marco, rintracciato a Palermo, all’atto della perquisizione è stato trovato in possesso di 133 grammi di hashish, un bilancino di precisione e un cutter, e per tali ragioni arrestato, e posto ai domiciliari. Adesso i 4 giovani raggiunti da misure cautelari compariranno davanti al Gip per l’interrogatorio.