Sorpreso con 800 grammi di droga, 31enne patteggia la pena

Inflitto 1 anno di reclusione al trentunenne favarese Gianfranco Bello, arrestato il 29 ottobre dell’anno scorso, dopo essere stato trovato in possesso di 800 grammi di marijuana. Il giovane, accusato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, e tentata cessione di sostanze stupefacenti, dopo l’accordo tra il suo difensore l’avvocato Davide Casà e il Pm, ha patteggiato le pena davanti al giudice del Tribunale di Agrigento, Luisa Turco. Lo stesso giudice aveva già revocato la misura dell’obbligo di dimora a Favara, che gli era stata applicata.

Al momento dell’irruzione degli agenti della squadra Mobile di Agrigento, nell’abitazione dell’uomo si trovava anche un cliente per comprare sei grammi di marijuana al prezzo di 50 euro. Bello ha risposto alle domande del giudice, nell’interrogatorio di convalida dell’arresto, dichiarandosi pentito e asserendo che la droga rinvenuta era per uso personale. Gli agenti erano andati nella sua abitazione e avevano trovato oltre 800 grammi di marijuana, nascosti all’interno di contenitori e barattoli.